FAQ

1. Come è nata l’idea?

L’idea deriva da un test chiamato Deathclock che era presente nel sito Newsky.it.
Parte del materiale di quel test è stato ripreso e rivisitato.
Newsky.it era gestito dagli stessi loschi personaggi che hanno creato questa app (vedi i crediti).

2. Perché dovrei fare il Game of Death?

Curiosità, divertimento, scaramanzia… e anche una sorta di autovalutazione del proprio stile di vita (camperete 50 anni o 100?).

3. Devo credere al verdetto che ottengo?

Per quanto ci siano dei fondamenti scientifici, essendo il verdetto basato su statistiche e dati pubblicamente accessibili, la risposta è ovviamente no.
Rispondendo con sincerità alle varie domande otterrete un risultato “realistico” ma non necessariamente “reale”.
Potreste morire molto dopo o molto prima (sgrat sgrat) del previsto.
Non prendete troppo sul serio la data che vi apparirà.
Si tratta di un gioco.

4. Su quali dati vi basate per determinare il verdetto?

Fondamentalmente le varie statistiche sull’aspettativa media di vita e sui fattori che la influenzano.
Ad esempio, le donne vivono generalmente più degli uomini; alcuni Paesi offrono prospettive migliori di altri; gli effetti del fumo, di diete errate e di abitudini nocive sono largamente studiati e documentati nella letteratura medica e nelle statistiche demografiche.

logo-game of death5. Ho paura della morte, non voglio usare l’app!

Ovviamente non sei obbligato/a!
Però ti suggeriamo almeno di provarla invece di dare un giudizio negativo a priori a causa del tema dell’app.
Potresti scopire che non è così spaventosa come sembra.

6. È possibile eseguire l’app con dispositivi Apple (iOS) o Windows Phone?

Sfortunatamente per ora l’app è disponibile solo per Android.
Il consiglio è di trovare qualcuno che vi presti un dispositivo Android; considerate che è possibile creare più profili utente e avere più verdetti su un singolo dispositivo.